Mobilità sanitaria pediatrica in Regione Campania: uno studio interdisciplinare

Autori

  • Giuseppe Masullo Università di Salerno
  • Emiliana Mangone Università di Salerno

DOI:

https://doi.org/10.14600/irpps_wps.85.2016

Parole chiave:

Mobilità passiva, Sistema sanitario, Pediatra, Regione Campania, Focus group

Abstract

Attraverso un approccio interdisciplinare, nelle pagine successive, saranno analizzati dapprima i fattori strutturali che si rivelano determinanti nel condizionare la decisione di rivolgersi a un servizio sanitario fuori regione per risolvere i propri problemi di salute, come si vedrà molte di queste scelte sono riconducibili alle differenze - sia reali sia percepite – nell’offerta di servizi sanitari regionali, anche a seguito di alcune riforme importanti intervenute negli ultimi decenni nel Sistema Sanitario Nazionale. Successivamente, si entrerà più nel merito del fenomeno, in particolare prendendo come riferimento il caso della migrazione sanitaria pediatrica dai servizi della Regione Campania verso i servizi sanitari di altre Regioni, ricostruito sia attraverso l’analisi delle schede di dimissione ospedaliera (SDO) sia attraverso le testimonianze dei pediatri di famiglia di alcune province campane.

Biografie autore

Giuseppe Masullo, Università di Salerno

Ricercatore SPS/07 (Sociologia generale)

Emiliana Mangone, Università di Salerno

Ricercatrice SPS/08 (Sociologia dei processi culturali e comunicativi) Dipartimento di Scienze Umane, Filosofiche e della Formazione - DISUFF Associato IRPPS-CNR

Riferimenti bibliografici

Abric Jean-Claude (1994). Pratiques sociales et représentations. Paris: PUF.

Acocella Ivana (2008). Il focus group. Teoria e tecnica. Milano: FrancoAngeli.

Agnoletti Veronica (2005). Stato di salute e il ruolo della medicina di base (68-91). In La mobilità passiva in Sanità, a cura di Costantino Cipolla e Fosco Foglietta. Milano : FrancoAngeli.

Balduzzi Renato (a cura di) (2012). La sanità italiana alla prova del federalismo fiscale. Bologna: il Mulino.

Boudon Raymond (1998). Au-delà du modèle du choix rationnel (21-50). In Les modèles de l'action / sous la direction de Bertrand Saint-Sernin, Emmanuele Picavet, Renaud Filieule, Pierre Demeulenaere. Paris: PUF.

Cipolla Costantino e Foglietta Fosco (a cura di) (2005). La mobilità passiva in Sanità. Milano: FrancoAngeli.

Cuocolo Lorenzo, Da Empoli Stefano, Integlia Davide (a cura di) (2013). Sanità a 21 velocità. Come garantire ai cittadini italiani il diritto alla salute in un sistema federalista. Soveria Mannelli: Rubbettino

Guarino Francesca (2005). Luogo di fruizione esterna e ragioni della mobilità (36-67). In La mobilità passiva in Sanità, a cura di Costantino Cipolla e Fosco Foglietta . Milano : FrancoAngeli.

Istat (2015). 100 Statistiche per capire il paese in cui viviamo. URL: http://noi-italia2015.istat.it/index.php

Karpik Lucien (1996). “Dispositifs de confiance et engagements crédibles”. Sociologie du Travail 4: 527-550.

Lardé Philippe (2000). Les choîx de l’usager-client dans le marché des services médicaux (295-311). In Les usagers du système de soins, Geneviève Cresson, François-Xavier Schweyer. Rennes: ENSP.

Masullo Giuseppe (2008). Medici e Pazienti: una relazione complessa tra passato e presente (65-104). In Saccheri Tullia, Masullo Giuseppe e Mangone Emiliana, Sociologia della salute. Fondamenti e prospettive. Mercato San Severino: C.E.I.M. Editrice.

Masullo Giuseppe (2014). Le rappresentazioni sociali della salute e della malattia nella web society (358-380). In La sociologia della salute nella web society, a cura di Costantino Cipolla, Antonio Maturo. Milano : FrancoAngeli.

Mangone Emiliana (2008). Gli strumenti della programmazione partecipata (105-147). In Sociologia della salute. Fondamenti e prospettive, Tullia Saccheri, Masullo Giuseppe, Mangone Emiliana. Mercato San Severino: C.E.I.M.

Mangone Emiliana (2012). Le dimensioni culturali della salute e della malattia nella società globale (131-145). In Ricerca e sociologia della salute tra presente e futuro. Saggi di giovani studiosi italiani, a cura di Rita Biancheri, Mauro Niero e Mara Tognetti Bordogna. Milano : FrancoAngeli.

Mangone Emiliana (2013). “La professione medica tra ‘essere’, ‘fare’ e ‘sapere relazionale’”. Sociologia e politiche sociali, 16(2): 163-180. Doi: 10.3280/SP2013-002008

Ministero della salute (2015). Revisione Ocse sulla qualità dell’assistenza sanitaria in Italia. Sintesi dati. Roma: Ministero della Salute. URL: http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_notizie_1895_listaFile_itemName_0_file.pdf

Oecd (2015). OECD Reviews of Health Care Quality: Italy 2014. Raising Standards. Paris : OECD Publishing. Doi: http://dx.doi.org/10.1787/9789264225428-en

Pammolli Fabio, Salerno Nicola C. (2012). La sostenibilità dei sistemi sanitari regionali. Proiezioni regionali 2012-2030. CERM Working Paper, 1. URL: http://www.cermlab.it/wpcontent/uploads/cerm/SANIMOD_REG_2012_.pdf

Ruffolo Giorgio (2009). Il capitalismo ha i secoli contati. Torino: Einaudi.

Tognetti Bordogna Mara (2004). Introduzione. Organizzare i servizi per tutti (9-46). In I colori del welfare. Servizi alla persona di fronte all’utenza che cambia, a cura di Mara Tognetti Bordogna . Milano: FrancoAngeli.

Vajro Pietro, Paolella Giulia, Celentano Egidio, Longo Giuseppe, Saccheri Tullia, Pinto Claudio, Masullo Giuseppe, Scafarto Virginia e Montano Bianchi Attilio (2012). Characterization and burden of Campania children health migration across Italian regions during years 2006-2010: chance and/or necessity? Italian Journal of Pediatrics, 38(58): 1-7. doi:10.1186/1824-7288-38-58

Pubblicato

2016-02-24

Fascicolo

Sezione

Working Papers